Parole

I nostri lettori cacciatori di parole nuove/15

Abbiamo davvero bisogno di parole nuove? Certo che ne abbiamo bisogno. Da sempre. Nasce un oggetto nuovo o si manifesta un fenomeno nuovo (nella realtà o nella fantasia: la quale ultima è sempre un aspetto della realtà) ed ecco che ci vuole (si sente la necessità di) una parola nuova, o anche di più, perché un nuovo oggetto, per esempio, spesso comporta azioni che vi sono connesse; o, in altri cas...

I nostri lettori cacciatori di parole nuove/14

Una puntata autunnale di parole nuove (o percepite come tali) proposte dai nostri lettori. Chi vuole farsi un'idea delle tipologie e delle tendenze che caratterizzano le parole inviate a questa rubrica, può rileggersi le puntate precedenti (la puntata di apertura, la seconda, la terza, la quarta, la quinta, la sesta, la settima, l'ottava, la nona, la decima, l'undicesima, dodicesima puntata e la t...

I nostri lettori cacciatori di parole nuove/13

Passato il tempo effimero di petaloso, il vocabolo inventato dal bambino ferrarese Matteo qualche mese fa e assurto agli onori della cronaca e del dibattito pubblico grazie al rilancio da parte dell'Accademia della Crusca (vedi qui la dodicesima puntata di questa rubrica), il destino delle parole che ambiscono a farsi spazio nel mare mosso del lessico di superficie, pullulante nei giornali, nel mo...

Bravo

Scrivo queste righe per scusarmi con Cochi Ponzoni e Renato Pozzetto. Recentemente, infatti, ho scritto un libro (Bravo!, Il Mulino, 2016, pp. 133) che ricostruisce la storia della parola bravo, dalle sue origini romanze fino ai giorni nostri. Ero sicuro di averne ricordato tutte le attestazioni più celebri: da quella che ricorre più volte, anche in forma di superlativo, in Largo al factotum, la ...

I nostri lettori cacciatori di parole nuove/12

Grande mobilitazione per le parole nuove, sotto i cieli del web soprattutto, sull'onda emotiva suscitata dall'aggettivo petaloso, salito sulla cresta per un po' di giorni grazie al tam tam mediatico succeduto alla notizia della benedizione da parte dell'Accademia della Crusca della paroletta immaginata dal bambino Matteo di otto anni, durante un'esercitazione in classe, in provincia di Ferrara. La...

I nostri lettori cacciatori di parole nuove/11

Sarà diversa dalle precedenti, l'undicesima puntata della consueta “caccia alle parole nuove”. Lettrici e lettori del nostro portale (qui trovate la puntata di apertura, la seconda, la terza, la quarta, la quinta, la sesta, la settima, l'ottava, la nona e la decima) hanno inviato molto materiale, nel corso del tempo, e la disamina di cinque vocaboli per volta non è sufficiente. Pertanto, darò cont...

Punteggiatura: un festival per le parole in danza

Nell’ultimo decennio hanno iniziato a fiorire pubblicazioni specialistiche e divulgative sui temi della punteggiatura, che, abbandonate le vesti di Cenerentola, si è trovata sulla ribalta degli interessi linguistici, contesa tra il capitolo sulla fonologia e sulla grafia e quello sulla sintassi nelle nuove grammatiche. Ecco ora una manifestazione pubblica – il primo Festival della Punteggiatura it...

I nostri lettori cacciatori di parole nuove/10

Prima del sollazzo estivo, licenziamo la decima puntata della consueta “caccia alle parole nuove” in cui sono impegnati lettrici e lettori del nostro portale (qui trovate la puntata di apertura, la seconda, la terza, la quarta, la quinta, la sesta, la settima, l'ottava e la nona). ? Blandismo ? Una lettrice, I. G., aveva segnalato questa parola mesi fa: chiedo venia per il ritardo. Per I. G., bla...

I nostri lettori cacciatori di parole nuove/9

Scriveva qualche tempo fa la linguista, lessicologa e lessicografa Valeria Della Valle che oggi, spesso, più i giornalisti che non gli scrittori (?la cui vena onomaturgica se non spenta, è sicuramente in calo?) promuovono parole nuove, fossero pure, queste parole nuove, degli occasionalismi (sovente scherzosi: dei ludoneologismi, come a loro volta neologizzano due “studentesse di linguistica”), pe...

I nostri lettori cacciatori di parole nuove/8

Un sole di prima primavera s'avanza, meno pallido, più effusivo. Sotto pelle, scorrono vibrazioni nuove: le cicliche sentinelle del benessere avvertono che il colore pallido – il nostro – potrà cambiare, anche quest'anno. Così succede al lessico nelle lingue, dunque anche nella lingua italiana. Ecco che cosa scrive Luca Serianni, nel suo densissimo, affascinante lavoro da poco in libreria, Prima l...

1
|
2
|
3

UN LIBRO

Storia illustrata della lingua italiana

Luca Serianni e Lucilla Pizzoli

La Storia illustrata firmata Serianni e Pizzoli offre una panoramica completa sulla storia della lingua italiana nel mondo, lingua che tuttora anima le parole e i pensieri di milioni di persone e si manifesta sia nella sua dimensione scritta, professionale o specialistica, sia nel suo colorato abito orale, pratico, immediato e colloquiale

  • <u id="zUxrGBZ"></u>
  • <s id="zUxrGBZ"><div id="zUxrGBZ"></div></s>
  • <u id="zUxrGBZ"></u>
  • <u id="zUxrGBZ"></u><kbd id="zUxrGBZ"><div id="zUxrGBZ"></div></kbd>
    <s id="zUxrGBZ"></s>
  • <u id="zUxrGBZ"></u>
  • <kbd id="zUxrGBZ"><div id="zUxrGBZ"></div></kbd>
  • 6656461208 2018-04-22
  • 9595131207 2018-04-22
  • 1862671206 2018-04-22
  • 398581205 2018-04-22
  • 3463601204 2018-04-22
  • 58961203 2018-04-22
  • 4711921202 2018-04-22
  • 4857351201 2018-04-22
  • 7357761200 2018-04-22
  • 945691199 2018-04-21
  • 5996291198 2018-04-21
  • 587491197 2018-04-21
  • 9651781196 2018-04-21
  • 9118931195 2018-04-21
  • 4544641194 2018-04-21
  • 404101193 2018-04-21
  • 4609201192 2018-04-21
  • 2125031191 2018-04-20
  • 6045131190 2018-04-20
  • 3829651189 2018-04-20